1 Aprile frase di oggi: come capire le persone dal loro comportamento

1 Aprile frase di oggi: capire gli altri dal loro comportamento.

Da come gli altri si comportano con noi non dobbiamo desumere e apprendere chi siamo noi, bensì chi
sono loro.

Arthur Schopenhauer

Spunti di riflessione: 7 regole per capire i comportamenti umani

Prima regola: non incolpare mai la malizia per ciò che può essere facilmente spiegato dalla presunzione

Alla gente non importa di te. Questo non perché le persone siano cattive o offensive, ma semplicemente perché sono per lo più concentrate su se stesse. 

Un esempio di come i pensieri siano orientati è il seguente: il 60% dei pensieri è autodiretto. I miei obiettivi. I miei problemi. I miei sentimenti. Un altro 30% è diretto alle relazioni, a come mi influenzano. Cosa pensa Giulia di me? In che modo il capo valuterà la mia prestazione nella prossima revisione? I miei amici mi apprezzano o mi considerano irritante?

Solo il 10% in questo modello è tempo trascorso in empatia. L’empatia è il raro evento in cui una persona sente effettivamente le emozioni, i problemi e la prospettiva di un’altra persona. Invece di chiedere cosa pensa Julie di me, chiedo cosa sta pensando Julie.

All’interno di quel 10%, la maggior parte delle persone poi divide l’attenzione tra centinaia di altre persone che conosce. Di conseguenza, occuperesti una frazione di percentuale nella mente della maggior parte delle persone e solo un paio di punti percentuali in una relazione profondamente legata. Anche se sei nei pensieri di un’altra persona, è come la tua relazione li influenza, non tu.

Cosa significa questo?

  • L’imbarazzo non ha molto senso. Dal momento che gli altri stanno concentrando solo una piccola parte dei loro pensieri sul giudicarti, il tuo auto-giudizio è enormemente più grande.
  • Le persone che sembrano cattive o offensive di solito non lo fanno intenzionalmente. Ci sono eccezioni a questo, ma generalmente il dolore che provi è un effetto collaterale, non la causa principale.
  • Le relazioni sono il tuo lavoro da mantenere. Non aspettare di essere invitato alle feste o che le persone si avvicinino a te.

Regola due: pochi comportamenti sociali sono espliciti

Fondamentalmente questa regola significa che la maggior parte delle intenzioni dietro le nostre azioni sono nascoste. Se una persona si sente depressa o arrabbiata, di solito i comportamenti che ne derivano distorcono i suoi veri sentimenti. Se sento che mi hai snobbato, potrei tenere a freno la lingua ma poi ignorarti.

La vecchia barzelletta è che le donne usano parole come “bene” e “vai avanti” quando sentono davvero il contrario. Ma ho notato che anche gli uomini lo fanno in situazioni educate, anche se spesso non allo stesso modo.

L’applicazione di questa regola è che devi concentrarti sull’empatia, non solo sull’ascolto di una persona. Dimostra fiducia, costruisci un rapporto e impara a sondare un po’. Concentrandoti sull’empatia di solito puoi rompere queste sovversioni e arrivare più velocemente al cuore del problema.

L’altra applicazione di questa regola è che la maggior parte delle volte che senti qualcosa, nessun altro lo sa. Quindi non arrabbiarti quando le persone non ti rispondono. Se inganni i tuoi pensieri con le tue azioni, non arrabbiarti quando prendi in giro le persone.

Regola tre: il comportamento è in gran parte dettato dall’altruismo egoista

Dire che tutti sono completamente egoisti è una grossolana esagerazione. Che ignora tutti gli atti di gentilezza, sacrificio e amore che fanno funzionare il mondo. Ma direi che la maggior parte (non tutti, ma la maggior parte) del comportamento funziona in base ai principi dell’altruismo egoista.

L’altruismo egoista è fondamentalmente vinco/vinci. È dove aiutarti direttamente o indirettamente aiuta me. Ci sono un paio di categorie principali in cui questo si applica:

  1. Transazioni: se acquisto un’auto, ne traiamo vantaggio sia io che il concessionario. Prendo un veicolo, che voglio. Il commerciante riceve denaro per migliorare il suo stile di vita. Questa è la forma predominante di altruismo egoistico tra persone che non hanno legami affettivi.
  2. Familiare: il sangue è più denso dell’acqua. Siamo progettati per proteggere le persone che condividono i nostri geni. Questo a volte può direzionarsi anche verso amici estremamente intimi e persone care.
  3. Stato: aiutare qualcuno è un segno di potere. Molte specie di primati offriranno assistenza come segno di dominio. Le persone agiscono in modo simile, offrendo aiuto per aumentare la loro autostima e reputazione.
  4. Reciprocità implicita: molte relazioni si basano sull’idea che se io aiuto te, un giorno anche tu aiuterai me.

Occasionalmente il comportamento non rientra in questo gruppo. Eroi senza nome che muoiono per cause che non aiutano la loro linea di sangue. Volontari che dedicano il loro tempo a missioni umanitarie. Ma questi sono la minoranza, mentre la maggior parte delle azioni può essere spiegata da qualche forma di altruismo egoistico.

Come si applica questa regola? Capisci le motivazioni delle persone e fai appello a loro come se fossero egoiste. Trova modi per aiutare le persone all’interno di queste quattro categorie. Non aspettarti che le persone offrano aiuto al di fuori dell’altruismo egoistico, non è impossibile, ma non è probabile.

Regola quattro: le persone hanno poca memoria

Ti è mai stato detto il nome di qualcuno a una festa e poi l’hai dimenticato? Un’altra regola del comportamento umano è che le persone hanno difficoltà a ricordare le cose. Specialmente informazioni (come ricorderete nella prima regola) che non si applicano a se stesse. È più probabile che le persone ricordino le tue somiglianze rispetto alle tue differenze (a meno che non ne siano emotivamente irritate).

Le persone sono smemorate per natura, quindi ancora una volta, non dare per scontato malizia o disinteresse se qualcosa viene dimenticato. L’altro lato di questa regola è che puoi dimostrare affidabilità avendo una buona memoria o avere un buon sistema per aiutarti a ricordare (se non ti delude).

Regola numero cinque: tutti sono emotivi

Forse questa è un’esagerazione. Ma il nocciolo del messaggio è che le persone tendono ad avere sentimenti più forti riguardo a qualcosa di quanto lasciano intendere. Le persone che hanno regolarmente scoppi di rabbia, depressione o entusiasmo sgargiante sono generalmente disapprovate nella maggior parte delle culture. Questo vale soprattutto per gli uomini.

L’applicazione di questa regola è di non dare per scontato che tutto vada bene solo perché qualcuno non sta avendo un esaurimento nervoso. Tutti abbiamo i nostri problemi individuali, angoscia e turbamenti che normalmente sono contenuti. Non è necessario richiamare le persone sul loro inganno privato, ma essere sensibili a quelle correnti sottostanti ti dà un vantaggio nel cercare di aiutare.

L’applicazione alternativa di questa regola è simile alla regola due. Le persone generalmente presumono che vada tutto bene a meno che tu non abbia appena avuto un’esplosione.

Regola sei: le persone sono sole

Questa è un’altra ampia generalizzazione. Ma è incredibile quante persone che sembrano avere tutto, soffrano di attacchi di solitudine. In quanto animali sociali, credo che le persone siano particolarmente sensibili a qualsiasi minaccia di essere ostracizzate. Ai tempi di Neanderthal, l’esilio significava morte, quindi la solitudine e il desiderio di stare con altre persone è forte.

L’applicazione di questa regola è che la solitudine è abbastanza comune, quindi in questo senso non sei davvero solo. Ero infastidito quando mi sentivo solo o un estraneo in un gruppo sociale. Ho scoperto che riconoscere questo sentimento, che è abbastanza comune, è un modo per minimizzarlo.

Regola sette: ho già detto che le persone sono egocentriche?

Può sembrare una reiterazione della regola uno, ma credo che le applicazioni si estendano oltre le relazioni e il tuo stato emotivo. Il fatto che le persone tendano a preoccuparsi troppo di se stesse, che le persone tendano ad essere più sole, più emotive e si sentano diversamente da come lasciano intendere, si applica all’esperienza che si fa osservando il mondo.

Questa prospettiva dovrebbe renderti più proattivo e indipendente. Una volta che ho iniziato a imparare davvero queste regole, aveva molto più senso che dovessi prendere il comando. Mettendo la tua felicità individuale nelle mani di un’altra persona (o persone), ignori tutte queste regole e lo fai a tuo rischio e pericolo.

Mi piace avere una visione ottimistica, ma realistica delle persone. Le persone generalmente fanno del loro meglio, ma commettono errori e soffrono di egocentrismo involontario. 

(Tratto da: The Critical 7 Rules To Understand People)

Calendario filosofico con frase del giorno 1 Aprile 2023

Condividi

Shares