28 Novembre frase di oggi – citazione dalla saggezza di Buddha: pensare prima di parlare.

Prima di parlare domandati se ciò che dirai corrisponde a verità, se non provoca male a qualcuno, se è utile, ed infine se vale la pena turbare il silenzio per ciò che vuoi dire.

Buddha

Spunti di riflessione sul potere delle parole

Sappiamo quanto potere abbia una parola perché a tutti noi succede di usare le parole per confortare chi amiamo o per ferire chi in quel momento stiamo odiando. Anche la scienza ha confermato l’enorme potere che le nostre parole hanno sia su noi stessi, che sugli altri e sul mondo.

In effetti, le parole possono letteralmente plasmare il mondo materiale. Le parole che diciamo non solo riflettono, ma modellano i nostri pensieri, e i nostri pensieri modellano la struttura fisica del nostro cervello. In un’intervista a NPR sull’argomento “I pensieri e l’azione possono cambiare il nostro cervello?”, la scrittrice scientifica Sharon Begley ha rivelato come i risultati della neuroplasticità suggeriscano che il modo in cui pensiamo non solo può cambiare la struttura del nostro cervello, ma può persino portare alla ricrescita delle cellule cerebrali (cosa una volta considerata impossibile).

La lingua ci unisce o ci separa?

In un discorso TED del 2013, “La lingua ci unisce o ci separa?” il biologo Dr. Mark Pagel parla della potenza delle nostre parole usando una frase memorabile, spiegando che attraverso il linguaggio siamo in grado di “impiantare le nostre idee” nella mente di un altro. Il linguaggio fornisce le rotaie su cui viaggiano i pensieri. Le parole che usiamo – e il modo in cui le usiamo – contano immensamente perché modellano il modo in cui percepiamo il mondo e ne partecipiamo.

Ti può interessare  29 Aprile frase di oggi sull'essere umano e la civiltà

Ad aggiungere altri elementi a questa evidenza, c’è l’effetto di amplificazione che la tecnologia ha avuto sulle nostre parole. Oggi siamo inondati di parole attraverso messaggi di testo, aggiornamenti di stato e il carosello infinito di pubblicità e notizie sui nostri telefoni e computer.

In un articolo del New York Times, “The American Diet: 34 Gigabytes a Day”, lo scrittore Nick Bilton evidenzia i risultati in un rapporto dell’Università della California, San Diego, intitolato “Quante informazioni?”. Incredibilmente, Bilton sottolinea che “l’americano medio consuma 34 gigabyte di contenuti e 100.000 parole di informazioni in un solo giorno”. Per fornire un contesto, l’imponente opera di Lev Tolstoj, Guerra e pace, è di 587.287 parole. Ciò significa che usiamo molte più parole in meno di una settimana. E da quando questo articolo è stato pubblicato nel 2009, man mano che siamo diventati più integrati digitalmente, il numero di parole che consumiamo ogni giorno è aumentato.

Naturalmente, non leggiamo attentamente la maggior parte di queste parole, ma il punto resta: veniamo assaliti da una litania di parole e di conseguenza la percezione del loro potere è diminuita. Se a questo si aggiunge che in cui alcune pubblicazioni dei media, personaggi politici e altri leader influenti sono passati all’uso delle parole come artiglieria per censurare, minare e distruggere la reputazione degli altri, non è difficile da credere che le parole sono diventate a buon mercato.

Le parole possono essere una benedizione o una maledizione

Tuttavia, le nostre parole forniscono la base per la connessione umana. Il nostro linguaggio ci serve “istintivamente e inconsciamente come un indicatore dell’identità tribale”, secondo Pagel. 

Pagel continua dicendo che quando qualcuno parla, lo collochiamo in base alla lingua o all’accento, chiedendoci essenzialmente se la persona è uno di noi o meno. E quando gli esseri umani condividono una lingua possono essere straordinariamente collaborativi e persino altruisti. 

Ti può interessare  Come si riconosce una persona illuminata? Malintesi e preconcetti Ramesh Balsekar

Ironia della sorte, tuttavia, il nostro linguaggio condiviso – il mezzo stesso che consente la connessione e la solidarietà – può anche corrodere le nostre comunità e relazioni quando le nostre parole si colorano di bugie e di appellativi e aggettivi distruttivi. 

Ricordiamo che: “Le parole hanno la capacità di essere una benedizione o una maledizione.”

(Tratto da: How Much Do Our Words Matter?)
Calendario filosofico con frase del giorno oggi 28 Novembre 2022

Condividi

Shares
Vuoi ricevere le frasi e gli aforismi del giorno?
Iscriviti alla nostra newsletter - Pensiero del Giorno Blog
Riceverai le frasi, gli aforismi e gli articoli nella tua email. 
NON INVIEREMO PUBBLICITA'!
icon

  • Corso online "Conosci l'ansia e impara a gestirla"
  • Corso online sull'Intelligenza emotiva: come svilupparla
  • Corso online sull'Agilità emotiva: riappropriati delle tue emozioni
  • Corso online su Come essere più felici con la Psicologia Positiva
  • Corso online su Come aumentare l'autostima: tecniche ed esercizi che funzionano
  • Corso online sull'Arte di Comunicare: sviluppo personale, PNL e leadership
  • Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.