Mania di controllo psicologia: come superarla.

I comportamenti di controllo spesso derivano da ansiapaura. Quando le cose sembrano fuori controllo, è naturale volerle controllare per sentirsi al sicuro (o felici o contenti). Ma ovviamente, non possiamo controllare altre persone e situazioni. Quindi i nostri sforzi alla fine non ci fanno sentire meglio. In effetti, controllare i comportamenti di solito crea problemi nelle nostre relazioni e ci fa sentire frustrati e stressati.

Cos’è un maniaco del controllo?

Ecco alcuni segnali che potrebbero indicare che sei un maniaco del controllo:

  • Vuoi che le cose siano prevedibili e ti attieni a una routine;
  • Ti senti ansioso, stressato e sconvolto quando le cose non vanno come vorresti o ti aspetti;
  • Sei altamente organizzato;
  • Sei un perfezionista;
  • Vuoi che le cose siano fatte in un modo specifico;
  • Rimani bloccato nel pensare tutto o niente; vedi solo un modo giusto per fare qualcosa o un modo per avere successo;
  • Catastrofizzi o immagini che accadrà il peggio se le cose non andranno come vorresti o come ti aspetti;
  • Hai standard estremamente elevati per te stesso e per gli altri;
  • Puoi essere esigente e critico;
  • Preferisci farlo da solo piuttosto che delegare;
  • Le persone spesso ti deludono;
  • Dai consigli non richiesti perché pensi di sapere cosa dovrebbero fare gli altri;
  • Hai difficoltà a rilassarti;
  • Potresti essere descritto come una personalità di tipo A, fortemente ferito o ansioso;
  • Odi il cambiamento e temi l’ignoto.

Certamente, a volte alcuni di questi tratti e comportamenti possono essere vantaggiosi. Ma se stai controllando eccessivamente, questi tipi di comportamenti ti causeranno più problemi di quanti ne risolvano.

È normale voler avere il controllo

Il nostro bisogno di sentirci in controllo è guidato dalla paura. La maggior parte delle persone si sente spaventata o ansiosa quando pensa a tutte le cose che sono fuori dal loro controllo e a tutte le cose che possono andare storte, alle cose brutte che possono accadere a se stesse o ai propri cari.

Ti può interessare  Senso di colpa come liberarsene e superarlo affrontandolo

Ciò è particolarmente vero se sei cresciuto in una famiglia caotica in cui le cose erano imprevedibili, dovevi camminare sui gusci d’uovo e spesso avevi paura. Quando sei un bambino hai pochissimo controllo sulla tua vita, quindi potrebbero nascere dei comportamenti compensatori che portato a controllare eccessivamente il tuo comportamento o il tuo aspetto (come aderire a una dieta rigida o una routine rigida) o comandare i fratelli minori.

Il controllo e la certezza ci danno un senso di sicurezza e protezione. Quindi, è naturale voler controllare le cose (e le persone) con l’idea che se possiamo controllarle, allora saremo al sicuro (e felici o di successo). 

Cercare di controllare le cose in modo rigido, esigente e perfezionista diventa il nostro modo di affrontare la paura e l’ansia.

Il problema è che non possiamo controllare la maggior parte delle cose nella vita e cercare di controllarle non migliora necessariamente le nostre vite. Come sai, il controllo può creare una serie di nuovi problemi come stress e relazioni tese.

Controllo e perfezionismo

Il controllo è una caratteristica comune della codipendenza, il risultato del crescere in famiglie in cui le cose erano imprevedibili, spaventose, fuori controllo. Il controllo è anche strettamente correlato al perfezionismo (che è anche radicato nell’ansia e nella paura). I perfezionisti bramano anche la prevedibilità; sono avversi al rischio, vogliono sapere che possono riuscire in qualcosa prima di provarci, sono rigidi e ansiosi, e sono esigenti e critici con se stessi (e spesso anche con gli altri).

Alcuni perfezionisti cercano principalmente di controllarsi e di attenersi a standard incredibilmente elevati (studenti che devono ottenere un A+ su ogni incarico, o coloro che lottano con alimentazione disordinata e con la loro immagine corporea ). Altri si concentrano sul controllo degli altri e tengono gli altri a standard incredibilmente elevati (fastidiosi, critici). E alcuni di noi fanno entrambe le cose.

Ti può interessare  25 Febbraio frase di oggi sul futuro da cambiare

Come smettere di essere maniaco del controllo

  1. Ottieni consapevolezza. Per iniziare, dovrai osservare i tuoi comportamenti di controllo e scriverli. Questo ti aiuterà ad anticipare le situazioni in cui è probabile che il ‘tuo maniaco del controllo interiore’ emerga e puoi pianificare una risposta alternativa.
  2. Esplora i tuoi sentimenti. Per cambiare i tuoi comportamenti di controllo, dovrai scavare più a fondo nelle cause sottostanti. Inizia chiedendoti: quali paure stanno guidando il mio comportamento di controllo? Quando le emozioni sono forti, possono distorcere i nostri pensieri. Quindi, è anche importante chiedersi: queste paure sono razionali o sto catastrofizzando, usando il pensiero in bianco e nero o un’altra distorsione cognitiva? 
  3. Sfida il pensiero basato sulla paura. Una volta identificato il pensiero distorto e basato sulla paura, puoi sfidarlo e sostituirlo con pensieri più calmi e radicati. Ad esempio, puoi sfidare un pensiero catastrofico come “Se non partiamo entro le sei, la nostra intera vacanza sarà rovinata”, chiedendoti:

– Quanto è probabile che accada?

-Quali prove ho a sostegno di questo pensiero?

-È utile pensare in questo modo?

-Mi sto concentrando sugli aspetti negativi e scontando gli aspetti positivi?

-Le mie emozioni offuscano i miei pensieri?

Domande come queste possono aiutarti a espandere i tuoi pensieri e vedere che partire tardi potrebbe rovinare i tuoi piani, ma non rovinerà necessariamente l’intera vacanza.

  1. Accetta ciò che è fuori dal tuo controllo. Intellettualmente, sappiamo tutti che possiamo solo controllare noi stessi e tuttavia ci ostiniamo a cercare di convincere il nostro coniuge e i nostri figli a fare le cose nel modo giusto o a fare le scelte giuste. Accettazione significa che distinguiamo ciò che è sotto il nostro controllo e ciò che non lo è, e smettiamo di dare consigli indesiderati e spingere le situazioni a diventare qualcosa che non sono. Invece, possiamo arrenderci a ciò che è fuori dal nostro controllo e lasciare che le cose siano come sono senza costringerle a cambiare secondo la nostra volontà. Nel recupero da codipendenza, chiamiamo questo distacco con amore. Significa che smettiamo di cercare di controllare il risultato e permettiamo alle persone di fare le proprie scelte (anche quando non siamo d’accordo).
  2. Abbraccia l’imperfezione in te stesso e negli altri. Parte dell’accettazione è riconoscere che nessuno di noi è perfetto, commettiamo errori, dimentichiamo cose, prendiamo decisioni sbagliate e così via. Dobbiamo aspettarci e accettare che a volte gli obiettivi non vengono raggiunti, i piani falliscono, le persone ci deludono e gli incidenti accadono. Cercare di microgestire persone e situazioni non impedirà che questo tipo di cose accadano. Invece, tende ad allontanare le persone.
  3. Riduci lo stress e l’ansia. La nozione di ‘sedersi con incertezza‘ comprende le idee di accettazione e resa in modo Zen. Significa che puoi tollerare di non sapere cosa accadrà e non stai cercando di controllarlo. Per raggiungere questo tipo di pace della mente, è necessario esercitarsi a calmare la mente e il corpo, magari con la meditazione, l’esercizio, un massaggio rilassante o un rituale rilassante.
  4. Non tutti i cambiamenti inaspettati sono negativi. Il nostro pensiero catastrofico ci porta a presumere che tutti i cambiamenti inaspettati siano negativi, ma questo è falso. Essere chiamati per un incontro con il tuo capo non significa che sei nei guai; potrebbe essere per elogiare il tuo lavoro o offrirti una nuova opportunità. E se il tuo appuntamento annulla i piani per la cena, non significa che la relazione sia condannata; potresti avere un appuntamento ancora migliore la prossima settimana. Cerca di rimanere aperto alla possibilità che un cambiamento inaspettato possa essere positivo anche se non sembra così quando si verifica per la prima volta.
Ti può interessare  16 Febbraio frase di oggi sul significato del perdono

Preghiera della serenità

Quando si sente che la vita sta andando fuori controllo, si può trovare conforto nella preghiera della serenità che riassume magnificamente le nostre ansie.

“Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare; il coraggio di cambiare le cose che posso; e saggezza per conoscere la differenza.”

Preghiera della serenità
(Fonti: psychcentral.com; psychologytoday.com)

Condividi

Shares
Vuoi ricevere le frasi e gli aforismi del giorno?
Iscriviti alla nostra newsletter - Pensiero del Giorno Blog
Riceverai le frasi, gli aforismi e gli articoli nella tua email. 
NON INVIEREMO PUBBLICITA'!
icon

  • Corso online "Conosci l'ansia e impara a gestirla"
  • Corso online sull'Intelligenza emotiva: come svilupparla
  • Corso online sull'Agilità emotiva: riappropriati delle tue emozioni
  • Corso online su Come essere più felici con la Psicologia Positiva
  • Corso online su Come aumentare l'autostima: tecniche ed esercizi che funzionano
  • Corso online sull'Arte di Comunicare: sviluppo personale, PNL e leadership
  • Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.