Sakura: la leggenda giapponese sul vero amore.

E’ un’antica leggenda che risale ai tempi dei feudatari nel lontano Giappone: in quell’epoca si combatterono terribili battaglie e molti furono i combattenti uccisi, lasciando molto vuoto e dolore nei cuori dei propri cari. La pace era molto rara perché era un’epoca di continui conflitti.

Ambientata in quest’atmosfera si narra di Sakura che significa “Fiore di ciliegio”, e di Yohiro che vuol dire “speranza”. In quel clima di distruzione e di morte vi era una foresta che rimase intatta e rigogliosa, con alberi stupendi dal delicato profumo. La foresta era una speranza e un conforto per le persone che stavano vivendo in quel clima di terrore. Nessun esercito volle danneggiare questo bellissimo luogo della natura.

L‘albero senza fiori

Fra tutti gli alberi rigogliosi, ne spiccava uno che non era mai fiorito nonostante fosse vivo. L’albero era arido e incolore e per questo molte persone lo credevano morto. Per il suo aspetto, l’albero rimaneva isolato, nessun animali gli si avvicinava per paura della sua stranezza e persino l’erba non cresceva vicino.

Tuttavia, una notte l’albero fu visitato da una fata che era incuriosita dal motivo che manteneva questo esemplare così spoglio. La fata molto compassionevole parlò all’albero dicendogli che poteva aiutarlo a diventare fiorito e colorato.

Dunque, la benevola fata gli fece una proposta: con un incantesimo che sarebbe durato 20 anni gli avrebbe dato il potere di provare le stesse emozioni del cuore umano. Lo scopo era di ispirare l’albero ad amare e prosperare di nuovo. Grazie alla magia dell’incantesimo si sarebbe potuto tramutare in forma umana in qualsiasi momento. Ma se trascorsi i 20 anni non fosse riuscito a trovare la sua vitalità, sarebbe morto immediatamente.

Ti può interessare  Le Mille e una notte pdf libro completo - Favola "Storia d'un pescatore"

L’albero accettò la proposta perché era entusiasta di poter assumere al forma umana e fare nuove esperienze.


L’incontro con Sakura

L’albero si trasformò subito nelle sembianze di un uomo di nome Yohiro e trascorse lungo tempo cercando di provare emozioni e qualcosa che lo ispirasse a vivere meglio. Purtroppo fu difficile perché attorno a sé c’era solo miseria, guerra, dolore e odio. Riprese dunque la sua forma di albero sfiorito ancora per molto tempo, fino a quando trascorsi ormai molti anni, una notte mentre era in forma umana, incontrò Sakura.

Sakura era una giovane e gentile donna che stava incamminandosi verso il ruscello. Yohiro rimase incantato dalla sua grazia e dalla sua bellezza e decise di avvicinari a lei. Trovando la sua vicinanza piacevole e armoniosa, la aiutò a portare l’acqua a casa sua, intrattenendosi a parlare di come la guerra stesse distruggendo i sogni delle persone.

Sakura e Yohiro si trovarono molto bene insieme e divennero amici, trascorrendo ogni giorno del tempo a parlare, cantare, leggere poesie. Yohiro capì che i sentimenti per Sakura stavano diventando sempre più forti e che ogni volta che si distaccavano, desiderava rivederla.

Decise di confidarle i suoi sentimenti e le raccontò chi era veramente, ovvero un albero che non riusciva a trovare il suo scopo e che per questo sarebbe presto morto perché non riusciva a fiorire.

Sakura rimase davvero colpita dalla storia di Yohiro e rimase in silenzio. I 20 anni giunsero a limite e Yohiro come gli aveva detto la fata sarebbe presto dovuto morire. Divenne un albero sempre più triste pensando alla sua sorte.

Sakura leggenda giapponese vero amore

L’unione del vero amore

Un pomeriggio, mentre Yohiro era ormai senza speranza, si avvicinò Sakura al suo fianco e abbracciandolo gli confessò il suo amore. Non poteva accettare che il suo amico morisse o soffrisse. In questo momento apparve la fata che proposte a Sakura di scegliere se rimanere una donna o unirsi a Yohiro sotto forma di un albero.

Ti può interessare  Rapporto amore e odio psicologia dell'ambivalenza emotiva

La giovane donna si guardò intorno, pensò a tutto il dolore che vedeva ogni giorno; non avvrebbe retto più a rimanere testimone di tutto quell’odio del mondo che la circondava. Decide così, di fondersi con Yohiro nella forma di un albero.

I due amanti si unirono diventando una cosa sola in forma di albero, che da quel momento sbocciò diventando l’esemplare più bello della foresta.

Si racconta in Giappone che è da allora che i fiori di ciliegio profumano i campi, dando dimostrazione che il vero amore può nascere e fiorire anche nei momenti più difficili, dando speranza in ognuno di noi.

Leggenda Sakura Fiori di ciliegio Hanami

Condividi

Shares
Vuoi ricevere le frasi e gli aforismi del giorno?
Iscriviti alla nostra newsletter - Pensiero del Giorno Blog
Riceverai le frasi, gli aforismi e gli articoli nella tua email. 
NON INVIEREMO PUBBLICITA'!
icon

  • Corso online "Conosci l'ansia e impara a gestirla"
  • Corso online sull'Intelligenza emotiva: come svilupparla
  • Corso online sull'Agilità emotiva: riappropriati delle tue emozioni
  • Corso online su Come essere più felici con la Psicologia Positiva
  • Corso online su Come aumentare l'autostima: tecniche ed esercizi che funzionano
  • Corso online sull'Arte di Comunicare: sviluppo personale, PNL e leadership
  • Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.