Stress natalizio: quali sono i sentimenti legati al Natale?

Lo stress che precede il il Natale è causato dalle aspettative che possono farci sentire che non siamo abbastanza bravi o che non riusciamo a organizzare tutto in modo perfetto.

Depressione prima di Natale o ‘Christmas fatigue’

Pur sottolineando che le ragioni sono spesso diverse per ogni persona, il professor Ewan Gillon, psicologo e direttore clinico del First Psychology Aberdeen, ha affermato che il Natale è un periodo in cui molte persone lottano e affrontano il ‘burnout’, cioè un esaurimento, anche definito ‘Christmas fatigue’.

“Ciò si manifesta spesso con sintomi di stanchezza, di umore basso, di sensazione di svogliatezza, di sentirsi forse sopraffatti e un po’ impotenti”, ha aggiunto.

Non è essere in grado di far fronte, forse, nel modo in cui faresti normalmente con le cose, ti fa sentire semplicemente un po’ sopraffatto.”

Ciò potrebbe essere dovuto allo “stress” della stagione, al livello di luce più basso in quel periodo dell’anno o alla nostra esperienza del Natale che non corrisponde a ciò che viene venduto nella pubblicità e nei media.

“Significa che può essere davvero difficile per noi essere all’altezza”, ha continuato il prof. Gillon. “Questo ci fa sentire che non siamo abbastanza bravi.

“Le nostre vite non sono il modo in cui riteniamo che dovrebbero essere socialmente o sono definite dal significato del Natale.”

“Come esperienza, è qualcosa che è intriso di pressione e stress. Spesso non lo vediamo e lo trascuriamo. Trascuriamo il fatto che questo è un momento davvero difficile per molte persone a causa delle aspettative e dei significati ad esso associati.”

Che cos’è l’esaurimento emotivo o burnout

Il burnout è uno stato di stanchezza fisica, emotiva o mentale associato a un’eccessiva esposizione allo stress cronico e prolungato, spesso legato al lavoro o ad altre responsabilità. È importante notare che il burnout non è semplicemente una sensazione di stanchezza occasionale, ma piuttosto una condizione più grave che può avere effetti significativi sulla salute e sul benessere complessivo di una persona.

Ti può interessare  27 Gennaio frase di oggi sulla paura di essere giudicati

Ci sono tre componenti principali del burnout:

  1. Esaurimento emotivo: questo si manifesta come una sensazione di esaurimento e svuotamento emotivo, un senso di “prosciugamento” delle emozioni. Le persone affette da burnout spesso si sentono sopraffatte, esauste e incapaci di affrontare le richieste della vita quotidiana.
  2. Cinismo o distanza emotiva: le persone con burnout possono sviluppare sentimenti di cinismo o distacco emotivo nei confronti delle proprie responsabilità o delle persone con cui interagiscono. Possono perdere l’interesse per le attività che una volta trovavano significative.
  3. Diminuzione dell’efficacia professionale: si verifica una riduzione della capacità di svolgere compiti e responsabilità in modo efficace. Le prestazioni sul lavoro possono deteriorarsi, e la persona può sentirsi incapace di affrontare le sfide quotidiane.

Il burnout è spesso associato a situazioni lavorative stressanti, ma può verificarsi anche in altri contesti, come il caregiving (assistere un malato), l’impegno eccessivo in attività volontarie o persino nelle relazioni personali. Fattori come un carico di lavoro eccessivo, mancanza di controllo sul lavoro, mancanza di supporto sociale, conflitti di valori e un ambiente lavorativo poco sano, possono contribuire al manifestarsi del burnout.

Prevenire il burnout spesso coinvolge strategie di gestione dello stress, l’adozione di un bilanciamento sano tra lavoro e vita personale, la ricerca di supporto sociale e la consapevolezza delle proprie esigenze e limiti.

A Natale fai quello che vuoi!

Per coloro già oppressi dalla paura il prof. Gillon ha suggerito alle persone di “fare del Natale il proprio Natale” e di iniziare a pensare a fare ciò che funziona per se stessi.

Quindi, piuttosto che fare confronti, le persone dovrebbero capire cosa è significativo per loro e non piegarsi alle pressioni del periodo festivo.

Ti può interessare  Credo che l'empatia sia la qualità più essenziale della civiltà

A Natale ha aggiunto: “La nostra vita è un po’ fuori forma in termini di ciò che facciamo normalmente ogni giorno, delle cose che ci mantengono bene, delle strategie di coping che abbiamo. Quindi cercherei davvero di non renderlo un grosso problema, cercando di mantenere la forma della tua vita il più possibile.”

Lo stress di fare i regali e il consumismo

Gran parte di questo stress, stanchezza e pesante senso di aspettative è legato all’atto di fare regali.

In passato, un regalo poteva essere un modo per dimostrare valore o amore a qualcuno.

Tuttavia, Pauline Bremner, professoressa associata presso la School of Creative and Cultural Business della RGU, ha detto che questo a volte fuori controllo.

Dopo aver studiato i doni tra adulti e bambini, ha detto di essersi resa conto che le ragioni di ciò sono cambiate.

Nella maggior parte dei casi, i genitori possono cercare di rimediare a circostanze diverse facendo regali o cercando di eguagliare ciò che hanno dato gli altri.

La prof.ssa Bremner dice: “Per me parte del significato è scomparso ed è diventata questa cultura del consumo in cui ci sentiamo sotto pressione nel dare una quantità considerevole di articoli. La gente esce prima per cercare le cose. C’è sempre questo tipo di “se non lo compri adesso potresti non ottenerlo perché potrebbe esaurirsi”.

“Penso che il messaggio esca sempre molto, molto presto… Penso che il messaggio sia sempre compra, compra, compra il più possibile.”

I regali hanno perso significato e messaggio

Tutta questa pressione, insieme alle costanti scorte natalizie, ai messaggi e anche alla crisi del costo della vita, può essere molto stancante e togliere la gioia dalla preparazione dell’evento.

Ti può interessare  Mariano Sigman - La vita segreta della mente: neuroscienze e introspezione

“Il messaggio va un po’ fuori strada”, ha aggiunto la Bremner.

“Ci manca il messaggio: te lo regalo perché penso che lo apprezzerai e ti divertirai.”

“Non dovrebbe trattarsi del fatto che ti piacerò di più perché ti ho fatto questo dono. Diventa semplicemente uno scambio.

“C’è un consumo eccessivo in tutto ciò e una parte di me si chiede se non abbiamo creato un mostro”.

Inoltre, la prof.ssa Bremner ha aggiunto, che ci sono ancora persone per le quali l’atto ha molto significato, ma ha incoraggiato coloro che pensano di sfidare i negozi pieni a non aver paura di fare un passo indietro, un respiro e fare le cose in modo un po’ diverso quest’anno.

(Fonti consultate: Is Christmas fatigue and expectations a danger to our festive celebrations?)

Condividi

Shares
Vuoi ricevere le frasi e gli aforismi del giorno?
Iscriviti alla nostra newsletter - Pensiero del Giorno Blog
Riceverai le frasi, gli aforismi e gli articoli nella tua email. 
NON INVIEREMO PUBBLICITA'!
icon

  • Corso online "Conosci l'ansia e impara a gestirla"
  • Corso online sull'Intelligenza emotiva: come svilupparla
  • Corso online sull'Agilità emotiva: riappropriati delle tue emozioni
  • Corso online su Come essere più felici con la Psicologia Positiva
  • Corso online su Come aumentare l'autostima: tecniche ed esercizi che funzionano
  • Corso online sull'Arte di Comunicare: sviluppo personale, PNL e leadership