Discorsi sull’etica: che cos’è? Quali sono i suoi principi?

L’etica si basa su standard ben fondati di giusto e sbagliato che prescrivono ciò che gli esseri umani dovrebbero fare, di solito in termini di diritti, obblighi, benefici per la società, equità o virtù specifiche.

Alcuni anni fa, il sociologo Raymond Baumhart ha chiesto agli uomini d’affari: “Che cosa significa per te l’etica?” Tra le loro risposte c’erano le seguenti:

“L’etica ha a che fare con ciò che i miei sentimenti mi dicono che è giusto o sbagliato”.
“L’etica ha a che fare con le mie convinzioni religiose”.
“Essere etici è fare ciò che la legge richiede”.
“L’etica consiste negli standard di comportamento che la nostra società accetta”.
“Non so cosa significhi la parola.”

Queste risposte potrebbero essere tipiche nostre. Il significato di “etica” è difficile da definire e le opinioni che molte persone hanno sull’etica sono traballanti.

Come il primo intervistato di Baumhart, molte persone tendono a identificare l’etica con i propri sentimenti. Ma essere etici non è chiaramente una questione di seguire i propri sentimenti. Una persona che segue i propri sentimenti può rifuggire dal fare ciò che è giusto. In effetti, i sentimenti spesso deviano da ciò che è etico.

Né si dovrebbe identificare l’etica con la religione. La maggior parte delle religioni, ovviamente, sostiene standard etici elevati. Tuttavia, se l’etica fosse confinata alla religione, allora l’etica si applicherebbe solo alle persone religiose. Ma l’etica si applica tanto al comportamento dell’ateo quanto a quello del devoto religioso. La religione può stabilire standard etici elevati e può fornire motivazioni intense per un comportamento etico. L’etica, tuttavia, non può essere confinata alla religione né è la stessa della religione.

Ti può interessare  Frase del 27 Febbraio 2024: non c'è bisogno di eroi, ma di gente onesta

Seguire le leggi vuol dire essere etici?

Anche essere etici non è la stessa cosa che seguire la legge. La legge spesso incorpora standard etici a cui la maggior parte dei cittadini aderisce. Ma le leggi, come i sentimenti, possono deviare da ciò che è etico. Le nostre leggi sulla schiavitù prima della guerra civile e le vecchie leggi sull’apartheid dell’attuale Sudafrica sono esempi grottescamente evidenti di leggi che deviano da ciò che è etico.

Infine, essere etici non è la stessa cosa che fare “qualunque cosa la società accetti”. In qualsiasi società, la maggior parte delle persone accetta standard che sono, di fatto, etici. Ma gli standard di comportamento nella società possono deviare da ciò che è etico. Un’intera società può diventare eticamente corrotta. La Germania nazista è un buon esempio di società moralmente corrotta.

Inoltre, se essere etici significasse fare “tutto ciò che la società accetta”, allora per scoprire cosa è etico, si dovrebbe scoprire cosa accetta la società. Per decidere cosa pensare dell’aborto, ad esempio, dovrei fare un’indagine sulla società americana e quindi conformare le mie convinzioni a qualunque cosa la società accetti. Ma nessuno tenta mai di decidere una questione etica facendo un sondaggio. Inoltre, la mancanza di consenso sociale su molte questioni rende impossibile equiparare l’etica a qualunque cosa la società accetti. Alcune persone accettano l’aborto, ma molte altre no. Se essere etici facesse tutto ciò che la società accetta, bisognerebbe trovare un accordo su questioni che, di fatto, non esistono.

Che cos’è, allora, l’etica? L’etica è due cose. 

In primo luogo, l’etica si riferisce a standard ben fondati di giusto e sbagliato che prescrivono ciò che gli esseri umani dovrebbero fare, di solito in termini di diritti, obblighi, benefici per la società, equità o virtù specificheL’etica, ad esempio, si riferisce a quegli standard che impongono il ragionevole obbligo di astenersi dallo stupro, dal furto, dall’omicidio, dall’aggressione, dalla calunnia e dalla frode. Gli standard etici includono anche quelli che impongono virtù di onestà, compassione e lealtà. Inoltre, gli standard etici includono standard relativi ai diritti, come il diritto alla vita, il diritto alla libertà da lesioni e il diritto alla privacy. Tali standard sono standard etici adeguati perché sono supportati da ragioni coerenti e ben fondate.

Ti può interessare  La discordia è il male più grande del genere umano, e la tolleranza ne è il solo rimedio

In secondo luogo, l’etica si riferisce allo studio e allo sviluppo dei propri standard etici. Come accennato in precedenza, i sentimenti, le leggi e le norme sociali possono deviare da ciò che è etico. Quindi è necessario esaminare costantemente i propri standard per assicurarsi che siano ragionevoli e fondati. Etica significa, quindi, anche lo sforzo continuo di studiare le nostre convinzioni morali e la nostra condotta morale, e sforzarci di garantire che noi e le istituzioni che aiutiamo a plasmare, siamo all’altezza di standard ragionevoli e solidamente basati.

(Manuel Velasquez, Claire Andre, Thomas Shanks, SJ e Michael J. Meyer)

Questo articolo è apparso originariamente in 'Issues in Ethics'  IIE V1 N1 (autunno 1987). Revisionato nel 2010. - Fonte https://www.scu.edu

Fai sempre in modo che la tua bussola interiore sia connessa a Cuore e Mente. Non agire se manca la loro unione perché l’azione che ne verrà sarà iniqua. – Pensiero del Giorno Blog

Frase sull'etica interiore cuore e mente

Condividi

Shares
Vuoi ricevere le frasi e gli aforismi del giorno?
Iscriviti alla nostra newsletter - Pensiero del Giorno Blog
Riceverai le frasi, gli aforismi e gli articoli nella tua email. 
NON INVIEREMO PUBBLICITA'!
icon

  • Corso online "Conosci l'ansia e impara a gestirla"
  • Corso online sull'Intelligenza emotiva: come svilupparla
  • Corso online sull'Agilità emotiva: riappropriati delle tue emozioni
  • Corso online su Come essere più felici con la Psicologia Positiva
  • Corso online su Come aumentare l'autostima: tecniche ed esercizi che funzionano
  • Corso online sull'Arte di Comunicare: sviluppo personale, PNL e leadership
  • Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.