Le relazioni parasociali sono più appaganti di quelle reali?

Cosa sono le relazioni parasociali?

Per relazioni parasociali si intendono rapporti o legami con persone che non si conoscono. Di solito la persona in questione è tipicamente una celebrità (attore, cantante) o un influencer (es. YouTuber), ma può anche essere un individuo immaginario: il protagonista del proprio libro preferito, un personaggio di un videogioco, un maestro di vita.

Sono dunque, quelle connessioni emotive e psicologiche che le persone sviluppano perlopiù con figure mediatiche.

Le relazioni parasociali sono unilaterali e quindi senza reciprocità (l’altra persona non ne è a conoscenza), ma possono evolvere in ossessioni malsane e generano disturbi emotivi.

Come nascono le relazioni parasociali?

Questo tipo di relazioni si sviluppano nello stesso modo in cui si sviluppano le amicizie e le relazioni tradizionali: attraverso l’interazione.

Per prima cosa bisogna conoscersi. Il primo incontro può avvenire di persona (ad un concerto della band preferita), digitalmente (un video apparso sul tuo feed social) o tramite amici che hanno già un legame parasociale con l’individuo. Se, dopo quell’interazione parasociale iniziale (o due, o tre), ti rimane un’impressione duratura e desideri saperne di più, sei passato da un’interazione parasociale a una relazione parasociale.

Proprio come quando frequenti una persona reale, il tuo attaccamento parasociale può crescere, svanire o cambiare. Per definire sana o meno una relazione parasociale, si deve valutare il tipo di attaccamento sviluppato e la sua intensità.

Ti può interessare  Sindrome dell'impostore psicologia: sintomi, test, cura

Qual è la causa delle relazioni parasociali?

Le relazioni parasociali sono emerse con l’avvento dei social media che consentono l’ingresso 24 ore su 24 nella vita quotidiana delle celebrità. È come una finestra aperta che chiunque può usare per perseguitare e ossessionarsi.

Secondo uno studio condotto dalla Singapore Management University sulle relazioni intime tra pubblico e celebrità, “le relazioni parasociali sorgono quando gli individui sono ripetutamente esposti a un personaggio mediatico e gli individui sviluppano un senso di intimità, amicizia percepita e identificazione con la celebrità”.  

Le relazioni parasociali sono più appaganti?

Uno studio dell’Università dell’Essex ha rivelato che le relazioni parasociali, ossia quelle unilaterali che si instaurano con celebrità o personaggi online, possono essere più appaganti emotivamente rispetto alle interazioni con conoscenti occasionali, come vicini di casa o colleghi di lavoro.

Dallo studio sono emersi alcuni fattori chiave.

Scoperte principali dello studio

  1. Benessere emotivo: La ricerca ha scoperto che le persone trovano più conforto e rinforzo emotivo guardando YouTuber famosi rispetto a interagire con conoscenti deboli. Questo effetto è stato osservato perché le celebrità online, pur non essendo in grado di rispondere direttamente, offrono un senso di vicinanza e comprensione.
  2. Sentirsi amati e rispettati: la dottoressa Veronica Lamarche ha scoperto che le persone si sentono amate, rispettate e comprese dai personaggi di fantasia o dalle celebrità online, rafforzando il loro stato emotivo. Questo mostra che anche le relazioni non reciproche possono avere un impatto positivo sulla percezione di supporto sociale.
  3. Valore delle relazioni parasociali: le relazioni parasociali offrono un rinforzo positivo e un senso di connessione emotiva, simile a quello delle relazioni tradizionali. Anche se queste celebrità non possono interagire direttamente con i loro fan, l’immagine di una relazione presente e comprensiva può soddisfare bisogni emotivi importanti.
Ti può interessare  15 Marzo frase di oggi sul riconoscere i propri difetti

Studi e risultati

Lo studio ha coinvolto più di 1080 persone con un’età media di 36 anni, sia in Gran Bretagna che negli Stati Uniti. I partecipanti hanno riferito come percepivano le loro relazioni parasociali. È emerso che:

  • Il 52% dei partecipanti aveva una forte relazione parasociale.
  • Il 36% si sentiva vicino a uno YouTuber.
  • Queste relazioni immaginarie sono state considerate più efficaci nel soddisfare i bisogni emotivi rispetto ai legami deboli con conoscenti.

Confronto con relazioni bilaterali

Nonostante l’efficacia delle relazioni parasociali, lo studio ha confermato che le relazioni bilaterali forti, come le relazioni romantiche o le amicizie profonde, sono viste come le connessioni più efficaci per soddisfare i bisogni emotivi. Tuttavia, quando le persone hanno riflettuto su momenti in cui conoscenti o vicini avevano ferito i loro sentimenti, hanno percepito ancora di più il valore delle loro relazioni parasociali.

Implicazioni dello studio

La dottoressa Lamarche ha evidenziato che queste relazioni parasociali sono una componente importante del benessere psicologico. Forniscono un senso di convalida e supporto, specialmente in tempi di bisogno, anche se non vi è una possibilità reale di incontrare queste figure. Lo studio sottolinea che tali relazioni non sono solo una risorsa per i giovani o per le persone sole, ma sono diffuse tra persone di tutte le età.

Secondo questo studio, le relazioni parasociali possono giocare un ruolo significativo nel fornire supporto emotivo e soddisfare bisogni psicologici, spesso in modo più efficace rispetto alle relazioni con conoscenti occasionali.

Effetti negativi delle relazioni parasociali

Il professore assistente di psicologia sociale della Nova Southestearn University nel dipartimento di psicologia e neuroscienze, Justin Landy, esprime la sua opinione professionale sulle relazioni parasociali da una prospettiva psicologica sociale. 

Ti può interessare  A cosa serve piangere? Psicologia e funzione fisiologica delle lacrime

“Quando ci sentiamo male con noi stessi e lo sappiamo da molte ricerche, andiamo a cercare le relazioni. Faremo quello che dobbiamo fare per essere inclusi e sentire di appartenere, e se stiamo cercando questo tipo di relazioni illusorie unilaterali, questa non mi sembra la soluzione migliore“.

Un monito deve essere quello di non cadere in stati ossessivi in cui questo tipo di rapporti unilaterali tendono a sfociare. Sotto questo aspetto possono rappresentare un pericolo per gli individui, che può comportare il potenziale di stalking, mania o fissazione; tutto questo ha chiaramente una connotazione negativa che riguarda la natura generale delle relazioni parasociali.

Il benessere emotivo può essere compromesso qualora la persona diventi dipendente dal rapporto immaginario instaurato unilateralmente. Per cui è importante vigilare sul proprio comportamento e se ci si accorge che sta diventando troppo ossessionato dall’altra persona, prendere delle misure per non rimanere soggiogati dalla propria emotività.

(Fonti consultate: nsucurrent.nova.edu; health.clevelandclinic.org; https://www.essex.ac.uk)

Condividi

Shares
Vuoi ricevere le frasi e gli aforismi del giorno?
Iscriviti alla nostra newsletter - Pensiero del Giorno Blog
Riceverai le frasi, gli aforismi e gli articoli nella tua email. 
NON INVIEREMO PUBBLICITA'!
icon

  • Corso online "Conosci l'ansia e impara a gestirla"
  • Corso online sull'Intelligenza emotiva: come svilupparla
  • Corso online sull'Agilità emotiva: riappropriati delle tue emozioni
  • Corso online su Come essere più felici con la Psicologia Positiva
  • Corso online su Come aumentare l'autostima: tecniche ed esercizi che funzionano
  • Corso online sull'Arte di Comunicare: sviluppo personale, PNL e leadership