1 Marzo frase di oggi sull’affrontare le situazioni per liberarsi.

Non ci si libera di una cosa evitandola, ma soltanto attraversandola.

Cesare Pavese

Spunti di riflessione

Uno dei meccanismi psicologici più insidiosi è la rimozione dei contenuti che si considerano indesiderabili per l’io. Si tratta di un meccanismo di difesa della psiche umana. Secondo la psicanalisi è una reazione involontaria, che si può definire come una “fuga interiore”.

Freud in “ Metapsicologia” scrisse un articolo “La rimozione” (1915) in cui ne distingue tre fasi:

  1. Rimozione Originaria consistente nel fatto che viene interdetto l’accesso alla coscienza alle rappresentanze psichiche relative alla pulsione.
  2. Rimozione Secondaria è la rimozione propriamente detta, ossia la repulsione da parte dell’Io o del Super-Io di rappresentazioni incompatibili con le proprie esigenze.
  3. Ritorno del rimosso, dove gli elementi rimossi, che non vengono mai soppressi dalla rimozione, tendono a ricomparire in forma deformata tramite i meccanismi dello spostamento, della condensazione e della conversione, assumendo il tratto tipico dei sintomi.Freud scriveva: “[…] La rimozione richiede un dispendio di energie e, se questo cessasse, il successo della rimozione verrebbe messo in forse talché si renderebbe necessario un rinnovato atto di rimozione.” A differenza della repressione, che è un processo cosciente, la rimozione è un processo inconscio.

L’evitare di affrontare una situazione, sia che si tratti di qualcosa di esterno a noi, sia che si tratti di contenuti psichici (paure, desideri, pulsioni, emozioni, pensieri), non potrà mai portarci alla soluzione.

Ciò che viene accantonato, o per così dire “nascosto” o “boicottato”, prima o poi ci chiederà il conto.

Per questo, uno dei simboli archetipici più profondi e interessanti, è il ‘bosco’ o la ‘foresta’, che rappresenta la vita con le sue esperienze e le sue incognite da affrontare per potersi realizzare. L’essere umano deve affrontare il proprio percorso per potersi liberare da tutto ciò che lo incatena a causa di una mancanza di consapevolizzazione.

(Fonti consultate: psiconline.it)
Calendario filosofico con frase del giorno oggi 1 Marzo 2023

Condividi

Shares
Ti può interessare  Giunto alla fine della mia vita che cosa mi ritrovo tra le mani?
Vuoi ricevere le frasi e gli aforismi del giorno?
Iscriviti alla nostra newsletter - Pensiero del Giorno Blog
Riceverai le frasi, gli aforismi e gli articoli nella tua email. 
NON INVIEREMO PUBBLICITA'!
icon

  • Corso online "Conosci l'ansia e impara a gestirla"
  • Corso online sull'Intelligenza emotiva: come svilupparla
  • Corso online sull'Agilità emotiva: riappropriati delle tue emozioni
  • Corso online su Come essere più felici con la Psicologia Positiva
  • Corso online su Come aumentare l'autostima: tecniche ed esercizi che funzionano
  • Corso online sull'Arte di Comunicare: sviluppo personale, PNL e leadership
  • Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.